03 giu 2013

Giuseppe Scigliano è stato invitato dal Forum degli emigranti della città di Lubecca per riferire sul ruolo che hanno le associazioni nel processo dell’integrazione in Germania.



Da sin: J.R.Temole, I Gottschalk, G. Scigliano, G.Kara,A.Seeberger, C. Nimz e J.Mortezai
Mercoledì 29 maggio alle ore 18,00 presso la sala riunioni della Haus Trave di Lubecca si è tenuta una riunione del forum degli emigranti(il Forum è composto da 130 membri).D opo i saluti del presidente del Forum Inga Gottschlk che ha moderato l’incontro, ha preso la parola  la Stadtpresidenten (SPD) che ha portato i saluti dell’amministrazione comunale della città di Lubecca ed ha usato parole di critica nei confronti dell’attuale politica di integrazione portata avanti dall’attuale Governo.
Scigliano nel prendere la parola ha fatto notare subito che il processo d’integrazione o meglio di inclusione, è un processo lungo che dovrebbe riguardare tutti i partiti ed auspica che anche dopo le elezioni del parlamento tedesco, la nuova maggioranza metta tra i primi punti questa tematica che vede interessati circa 16 milioni di cittadini con passato migratorio attualmente residenti in Germania. Questo processo, può avere ottimi risultati se tutti danno il loro contributo ed in particolar modo i partiti a prescindere dal colore politico.

Egli ha fatto una breve radiogradia alla popolazione straniera presente in Germania ed ha fatto notare che dei circa 16milioni il 18,5% sono turchi, il 9,2% sono Polacchi, il 7,7% sono della federazione Russa, il 5,8% sono Kazaki, il 4,9% di italiani, il 3,0% di Rumeni, il 2,5% di Greci, il 2,3% di Croati, l’ 1,8% di Serbi, l’1,7% di Ucraini ed il 42,7% di altre nazionalità.
Ha messo in evidenza la forza imprenditoriale ed economica degli imprenditori stranieri in Germania. Oggi sono circa 726.000 imprese che producono ricchezza e nello stesso tempo occupazione (Circa 5 milioni di posti di lavoro. Spesso hanno un enorme volume di interscambio commerciale con le nazioni d’origine. Offrono tantissimi posti di praticantato e di apprendistato).
Egli ha messo in evidenza l’importante ruolo che giocano le associazioni sul territorio. Attualmente ci sono in Germania circa 20.000 associazioni  di stranieri che operano senza scopo di lucro. Ci sono associazioni di accademici, di genitori, di giovani di anziani e di imprenditori. Associazioni culturali, religiose, sportive, etc. Hanno temi variegati tipo: famiglia, sport, educazione, formazione, politica etc. Le associazioni in genere sono un punto di riferimento e fungono da ponte sociale tra le culture di appartenenza e quella tedesca.
In  loro rappresentanza l’attuale Governo ha scelto trenta grosse federazioni i cui rappresentanti fanno parte della consulta per l’integrazione.
Già nel 2006 il Governo della Grossa coalizione (CDU e SPD) hanno coinvolto il mondo dell’associazionismo per stilare insieme un programma da portare avanti in tutti  settori affinché chiunque vive in Germania abbia diritti e doveri e nello stesso tempo sia integrato nel mondo del lavoro e nella società.
Scigliano fa notare che tanto ancora c’è da fare e che troppo è ancora il divario tra stranieri e tedeschi ma ci tiene a precisare che tantissimo è stato raggiunto.
Ha quindi ricordato alcune conquiste tra cui:
-         la cittadinanza tedesca a chiunque nasce su territorio tedesco;
-         il riconoscimento parziale o totale dei titoli di studio conseguiti all’estero;
-         il miglior inserimento nelle strutture scolastiche dei bambini con passato migratorio (dal 2005 ad oggi sono diminuiti i ragazzi che frequentano le scuole di livello inferiore e sono aumentati quelli che frequentano i ginnasi;
-         È aumentato il numero dei bambini stranieri che frequentano gli asili e partecipano ai corsi preparatori alla scuola elementare;
-         È diminuito il numero dei ragazzi che lasciano la scuola senza senza una qualifica;
-         È diminuita la percentuale dei disoccupati stranieri nel 2005 erano il 18,01% nel 2011 il 9,6%;  

Scigliano ha ricordato anche lo sforzo economico e gli investimenti fatti dal Governo tra cui:
-         Dal 2011 al 2014 sono stati spesi 400 milioni di euro per gli asili dove sono aumentati i corsi di accertamento linguistico dei bambini;
-         Dal 2005 fino ad oggi sono stati spesi più di 1 Miliardo di euro per i corsi di integrazione;
Per concludere Scigliano ha riferito brevemente sull’Integrationsgipfel (forum per l’integrazione) tenutosi a Berlino il giorno prima ed a cui egli stesso ha partecipato.
Egli ha  brevemente spiegato cos’è il COMITES e quali sono le sue funzioni
Per dare un’idea di quanto può smuovere una organizzazione di base ha concluso il suo intervento facendo scorrere sul maxischermo  alcune immagini significative di eventi che il Comites di Hannover ha svolto in tutti questi anni.
Sono seguite tantissime domande a cui Scigliano ha risposto in modo esaustivo.
Il tutto si è svolto in modo cordiale ed amichevole. Tanto l’interesse e tanta la voglia ancora di fare mostrata dai presenti tra cui anche i giovani e tantissimi tedeschi. Anche il Capo della polizia della città era presente ed ha invitato tutti a partecipare alla  festa organizzata in occasione del cinquantenario della scuola dell’educazione stradale dei giovani che si è tenuta il primo di giugno.
Dopo diversi altri temi riguardanti le attività del Forum, ha chiuso l’incontro il membro del consiglio di presidenze Jahan Mortezai che ha ringraziato i presenti e nello stesso tempo Scigliano per aver accettato l’invito a questa riunione che vede tutti uniti in un unico obbiettivo: l’inclusione dei cittadini con passato migratorio nel tessuto sociale ed economico della Germania nel rispetto delle proprie radici culturali.

per ulteriori informazioni:
http://www.google.de/url?sa=t&rct=j&q=forum%20f%C3%BCr%20migranten%20l%C3%BCbeck&source=web&cd=1&cad=rja&ved=0CC4QFjAA&url=http%3A%2F%2Fwww.forum-hl.de%2F&ei=UEusUbXQM8_ZsgbtuYGgBg&usg=AFQjCNH5lq2yUiWLO2e8cvu9X4KBMQv85g&bvm=bv.47244034,d.Yms 
           



Nessun commento:

Posta un commento