05 lug 2012

PENSIONI ALL’ESTERO ED ESISTENZA IN VITA: A LUGLIO SOLDI ALLA WESTERN UNION PER I RITARDATARI

ROMA\ aise\ - I pensionati residenti all’estero che non avessero ancora completato il processo di verifica dell’esistenza in vita, richiesto da Citibank, potranno ritirare la rata di luglio della loro pensione recandosi personalmente (con l’esclusione di delegati e tutori) entro e non oltre il 19 luglio, presso gli sportelli Western Union.

Questo quanto stabilito negli ultimi giorni dall’Inps, alla luce delle difficoltà riscontrate dagli anziani pensionati che avrebbero dovuto dimostrare l’esistenza in vita entro il 2 giugno scorso.
La riscossione personale da parte del pensionato allo Sportello Western Union costituisce prova dell’esistenza in vita. Una volta completata in tal modo la verifica, il pagamento delle rate successive della pensione sarà effettuato secondo le modalità ordinarie.
L’Inps spiega che se il pagamento in contante della rata di luglio fosse incassato dopo la scadenza del 19 luglio 2012, il ripristino dei pagamenti della pensione avverrà come segue:
1. se la riscossione della rata di luglio avverrà tra il 20 luglio e il 19 agosto 2012, il ripristino dei pagamenti delle pensioni avverrà a partire dal rateo di settembre 2012;
2. se la riscossione della rata di luglio avverrà tra il 20 agosto e il 19 settembre 2012, il ripristino dei pagamenti delle pensioni avverrà a partire dal rateo di ottobre 2012;
3. se la riscossione della rata di luglio avverrà tra il 20 settembre e il 25 settembre 2012, il ripristino dei pagamenti delle pensioni avverrà a partire dal rateo di novembre 2012.
In questi casi, il pensionato richiederà la riemissione delle rate eventualmente sospese alla struttura INPS che gestisce la pensione, che potrà disporre il pagamento previa verifica dell'avvenuto accertamento da parte della Banca, accedendo al sistema CitiDirect, o dopo aver accertato con modalità alternative l'esistenza in vita del pensionato.
Se invece il pensionato non riscuote la pensione presso Western Union e non invia l’attestazione dell’esistenza in vita, gli verrà sospesa la pensione a partire dalla rata di agosto.
L’Inps precisa, però, che malgrado la eventuale sospensione della pensione, la rata di luglio resterà disponibile presso Western Union fino al 25 settembre. Se scade anche questo termine, il pensionato potrà comunque far pervenire in ogni momento l'ordinaria attestazione di esistenza in vita e chiedere il ripristino dei pagamenti.
L’istituto di previdenza ricorda infine che Western Union è praticamente in tutti i paesi, tanto che secondo le stime Inps oltre il 99% dei pensionati per i quali non è ancora provata l'esistenza in vita avranno la possibilità di riscuotere la rata di luglio secondo tale modalità.
Da ricordare che non potranno recarsi alla Western Union i pensionati che nell'archivio INPS risultano essere residenti in Italia, pur riscuotendo la pensione all'estero. (aise)

Nessun commento:

Posta un commento