01 feb 2013

VOTO ESTERO 2013, COME EFFETTUARLO PER CORRISPONDENZA



SPECIALE VOTO ESTERO
(NoveColonne ATG) Roma - Le elezioni per il rinnovo della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica si terranno in Italia nei giorni 24 e 25 febbraio. Gli elettori residenti all’estero potranno votare per corrispondenza. Il voto è un diritto tutelato dalla Costituzione Italiana. In base alla Legge 27 dicembre 2001, n.459, i cittadini italiani residenti all’estero, iscritti nelle liste elettorali della circoscrizione estero, votano per posta.
A tal fine, si raccomanda di controllare e regolarizzare la propria situazione anagrafica e di indirizzo presso il proprio Consolato. Gli elettori residenti all’estero ed iscritti all’Aire che non hanno esercitato l’opzione per il voto in Italia riceveranno a domicilio, da parte del consolato di riferimento, il plico elettorale contenente le schede e le istruzioni sulle modalità di voto. Si raccomanda di seguire attentamente le istruzioni e di osservare le date indicate per spedire all’Ufficio consolare la busta preaffrancata contenente la busta anonima con le schede votate. In caso di mancata ricezione del plico elettorale entro il 9 febbraio, gli elettori potranno recarsi di persona all’Ufficio consolare di riferimento per verificare la propria posizione elettorale: nel caso in cui i nominativi già figurino nell’elenco degli elettori in possesso dell’Ufficio consolare, si potrà ottenere un duplicato del plico elettorale, mentre in caso contrario si potrà chiedere al Consolato di attivare le procedure per essere aggiunti all’elenco degli elettori.

Nessun commento:

Posta un commento